Ubriachezza molesta, sostituzione di persona, adescamento di minore, percosse. Sono le varie denunce che un 63enne di Copparo (in provincia di Ferrara) ha collezionato nella serata di venerdì 31 gennaio. Secondo quanto ricostruito, l’uomo si aggirava ubriaco nel parcheggio della stazione di Sasso Marconi, nel Bolognese, dove stazionava anche un gruppo di ragazzini che lo avrebbero deriso e "disturbato".

Il 63enne, dapprima si sarebbe qualificato come poliziotto, poi, dopo uno scambio di insulti, avrebbe strattonato un ragazzino di 16 anni e, come riferiscono i testimoni, guardandolo in faccia, si sarebbe abbassato i pantaloni e gli avrebbe detto: "Sei bellino, vieni con me dietro il cespuglio".  Proprio il suo stato di alterazione, quando si è rivolto ai minorenni, ha probabilmente fatto sì che non venisse preso sul serio. Sono stati avvertiti i Carabinieri e il 63enne è stato portato in caserma e poi denunciato.