Quando ieri sera intorno alle 19 e 30 gli impiegati in un ufficio del centro commerciale Meridiana di Bologna hanno risposto al telefono per un po' hanno temuto il peggio. Dall'altra parte della cornetta infatti una voce diceva: "C'è una bomba al supermercato". Immediatamente è stato fatto scattare l'allarme e sul posto si sono precipitati i carabinieri e l'unità antiterrorismo, che hanno "bonificato" di tutti i locali ed ovviamente evacuato tutti i clienti – che a quell'ora erano piuttosto numerosi – e gli impiegati al lavoro. La segnalazione, per fortuna, si è presto rivelata falsa: a farla erano stati due ragazzini minorenni, che sono stati denunciati per procurato allarme.

Dopo la chiamata ai carabinieri, sul posto sono arrivati in poco tempo i militari di Borgo Panigale, le unità antiterrorismo del nucleo radiomobile (Api) e gli artificieri del comando provinciale di Bologna. Accertato che non c'era nessun ordigno, sono iniziate le indagini per arrivare agli autori della telefonata: alla fine si è scoperto che si trattava di uno scherzo di due ragazzini, un italiano e un rumeno, che per questa "bravata" hanno rimediato una denuncia e non pochi guai.