Immagine di archivio
in foto: Immagine di archivio

Una donna di 54 anni è ricoverata in ospedale in gravissime condizioni dopo essere stata accoltellata alla gola in casa sua nelle scorse ore a Cuneo. L'aggressione durante la notte tra lunedì e martedì  all'interno di un appartamento nel centro della città piemontese. Soccorsa dal persone del 118 dopo essere stata ritrovata esime in una pozza di sangue a terra, la donna è stata trasportata d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo  prima di essere ricoverata in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dello stesso ospedale. La polizia che indaga sull'accaduto ipotizza si possa trattare di una aggressione scaturita da una rapina in casa finita male. La vittima dell'attacco è una cinquantaquattrenne dipendente di un ente pubblico che vive da sola nella propria abitazione.

L'attacco in piena notte, intorno alle 3.30, ha sorpreso la vittima nel sonno. Dai primi rilievi degli inquirenti, sembra che ad introdursi in casa sia stata più di una persone. In particolare la polizia ipotizza che fossero in azione tre malviventi. L'appartamento dove si sono volti i fatti, un immobile di via Luzzati, è stato posto sotto sequestro e ora viene esaminato con cura dagli agenti della polizia scientifica alla ricerca di indizi che possano aiutare a ricostruire l'accaduto e soprattutto a identificare il colpevole. Gli uomini del squadra mobile di Cuneo intanto hanno acquisito tutte le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona che potrebbero aver immortalato l'aggressore in fuga. Nei dintorni dell'abitazione si cerca anche il coltello usato per ferire la donna che non è stato ritrovato in casa  e potrebbe essere stato gettato nelle vicinanze.