"È andato via un angelo", con queste parole la mamma di Niccolò Bizzarri ha voluto dare l'ultimo saluto al figlio 21enne morto lunedì scorso all'ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze a seguito di una brutta caduta dalla sedie a rotelle a cui era costretto mentre si trovava in strada, probabilmente a causa di una buca. "Sono grata per questo figlio, un angelo, Mara mi raccomando nei prossimi giorni stateci vicino, ne avremo tanto bisogno" ha aggiunto la signora distrutta dal dolore che solo una mamma che perde il proprio figlio può provare. E in migliaia oggi hanno voluto far sentire la propria presenza e vicinanza alla famiglia del giovane durante i funerali che si sono svolti nel pomeriggio nella basilica di Santissima Annunziata del capoluogo toscano,gremita di persone.

La sua "presenza tra noi non è venuta meno ma ora è come definitivamente ancorata alla radice di ogni cosa", la sua "vita così scomoda ci dice che non c'è malattia che possa strapparci il gusto per la vita" ha ricordato il parroco don Elia Carrai durante l'omelia. Nella chiesa durante il rito funebre vi erano oltre 1500 persone che hanno salutato per l'ultima volta Niccolò con un lungo applauso all'uscita del feretro dove è stato appoggiato il ‘tocco' dell'Università e un fiore anthurium rosso.  Tra di loro vi erano tantissimi compagni di università del ventunenne alcuni dei quali presenti a quella terribile caduta sul  selciato dissestato di piazza Brunelleschi, in pieno centro di Firenze

Ai funerali anche una rappresentanza dell'Ateneo frequentato dal ragazzo, costretto in sedia a rotelle da una grave patologia, la distrofia di Duchenne.  "Abbiamo voluto portare come segno di commozione e riconoscimento il ‘tocco' universitario, al padre e alla madre ha fatto molto piacere" ha spiegato il Rettore Luigi Dei, annunciando anche un'iniziativa per lo studente di Lettere. "Possiamo però fare una pergamena che è del tutto simile ad un certificato di laurea, in cui certifichiamo il suo stato al momento della scomparsa. È un simbolo di riconoscenza. È una proposta che faremo ai genitori" ha spiegato. Ai funerali di Niccolò Bizzarri anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, accompagnato dalla moglie che ha dichiarato: "Sono qui per pregare con la sua famiglia e i suoi amici".