L'idea è chiara ed è lo stesso direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Paolo Giulierini, a esprimerla con parole chiare: "Un Museo che vuole investire nelle nuove generazioni deve concentrare la propria attenzione sugli aspetti pedagogici e didattici per offrire un'occasione di crescita a tutti i bambini della città". Quindi al via, da oggi, la nuova programmazione per giovani e giovanissimi, dai 5 ai 16 anni di età che il più prestigioso museo archeologico del Paese, di recente inserito tra i 10 siti culturali italiani più apprezzati dagli utenti di TripAdvisor, ha deciso mettere in piedi per avvicinare i più piccoli alla cultura, all'arte, all'idea di tutela. Sono le attività di "MANN for kids".

Al via dai prossimi giorni laboratori gratuiti con artisti affermati del mondo dei cartoon e dell'animazione, come Marino Guarnieri e Daniele Bigliardo, progetti speciali che coinvolgeranno un migliaio di bambini provenienti da contesti disagiati della città in collaborazione con Comune e associazioni. L'iniziativa è stata presentata con lo slogan ‘Fatti mandare al MANN'.

Il Comune di Napoli sostiene il progetto con un'iniziativa speciale rivolta a circa 700 minori tra i 6 e i 16 anni: "È fondamentale investire in percorsi educativi e culturali che favoriscano la crescita: collaborare con il MANN è un'opportunità unica per i minori e le loro famiglie" ha sottlineato l'assessore alle Politiche Sociali, Roberta Gaeta.