Caccia militare FA-18 (Getty).
in foto: Caccia militare FA–18 (Getty).

Tragedia nel cielo giapponese, dove nella mattinata di oggi, giovedì 6 dicembre, ora locale, c'è stata una violenta collisione tra due caccia militari Usa. Un velivolo da combattimento F/A-18 Super Hornet e uno da rifornimento C-130 si sono, infatti, scontrati durante un'esercitazione a 100 chilometri da Capo Muroto, nella prefettura giapponese di Kochi, secondo quanto riferito dal ministero della Difesa nipponico e dal comando Usa dei Marines. Nell'impatto sono rimasti coinvolti sette membri dell'equipaggio: due di loro sono stati recuperati dai soccorsi aerei e marittimi, e di uno di questi non si conoscono al momento le condizioni mentre l'altro sarebbe stabile, ma gli altri risultano ancora dispersi.

Non si conoscono al momento le cause dell'incidente, che per altro si è verificato solo un mese dopo un episodio molto simile. Qualche settimana fa, infatti, un aereo da combattimento  F/A-18, decollato dalla portaerei USS Ronald Reagan, è precipitato in mare nei pressi dell'isola Kita Daitojima per problemi meccanici. Ancora, prima, il 19 ottobre, un elicottero MH-60 Seahawk della marina militare a stelle e strisce si era schiantato sul ponte durante il decollo, provocando alcuni feriti. Per questo, il governo giapponese ha fatto sapere che "questa serie di incidenti stanno destando non poca preoccupazione tra le popolazioni locali e non dovrebbero più verificarsi". Al termine delle operazioni di soccorso chiederà maggiori dettagli a Washington per stabilire il da farsi.