Una scrittrice che scriveva di libri. Tra le tante anime di Alessandra Appiano c'era anche questa, quella della "consigliera" di libri. Lo faceva periodicamente in una rubrica, in cui dispensava recensioni e consigli per i lettori. I suoi tanti lettori. Che, prima della morte dovuta a suicidio, la seguivano attraverso i libri, la televisione e nella sua rubrica su Donna Moderna. Che in un articolo pubblicato all'indomani della morte, pubblica l'ultimo "pezzo" di Alessandra, scritto e consegnato prima di quel tragico 3 giugno. Così, sul sito della storica rivista, viene presentato l'ultimo articolo scritto dalla Appiano:

Le recensioni di Alessandra Appiano che leggerai in questo articolo sono le ultime che la scrittrice, collaboratrice storica di Donna Moderna, ha scritto per noi prima di andarsene. Le conserviamo insieme a tutti i (bellissimi) ricordi che ci ha lasciato.

Naturalmente, come sempre accade quando i segni di chi non c'è più continuano a riverberare nel presente, tutto ci appare struggente e denso di significati che altrimenti non avremmo potuto cogliere. Come quelli che Alessandra aveva lasciato in uno dei suoi ultimi post su Facebook, dove per un treno perso aveva manifestato il disagio e l'impossibilità di essere una "wonder woman", qualcosa che presagiva a un terribile male che da tempo la attanagliava e che probabilmente è la causa del tragico gesto che ha strappato la Appiano ai suoi lettori, agli amici e soprattutto a suo marito Nanni Delbecchi, che qualche giorno fa ha pubblicato sul suo giornale, il Fatto Quotidiano, una lettera struggente che ricostruisce gli ultimi istanti della vita della scrittrice.

Così oggi ci resta quell'ultimo articolo di Alessandra Appiano, quegli ultimi dieci romanzi che i suoi affezionati lettori quest'estate leggeranno sotto l'ombrellone o al parco. Oltre ai suoi libri e ai tanti altri interventi disponibili in rete. Perché ciò che resta di uno scrittore dopo la sua morte non sono altro che silenzio e parole. Quelle scritte che resteranno per sempre indelebili nel cuore di chi le ha amate.