Sono state tante le botte rimediate in carriera sul campo da Gareth Thomas, ex rugbista del Galles e dei British and Irish Lions. I segni e le ferite sul volto che il 44enne ha mostrato in un video pubblicato sul suo profilo Twitter non sono stati provocati però da un intervento duro di un avversario sul terreno di gioco, ma da una vile aggressione omofoba. Thomas che nel 2009 fece coming out dichiarando di essere gay, è stato pestato nel centro di Cardiff da un gruppo di giovani, a causa del suo orientamento sessuale.

Aggressione omofoba a Gareth Thomas, la denuncia su Twitter

E' stato lo stesso Gareth Thomas a raccontare il tutto in un breve video pubblicato sul suo profilo Twitter. L'ex rugbista in primo piano e con il volto segnato dalle ferite provocate dai colpi ricevuti ha rivelato di essere stato aggredito nella notte tra venerdì e sabato nel centro di Cardiff. Un crimine di natura omofoba commesso da un gruppo di giovani, che avrebbe picchiato l'ex rugbista solo e soltanto per il suo orientamento sessuale. Solo l'intervento di altre persone ha evitato il peggio all'ex atleta. Questa la sua video-denuncia: "Sono stato vittima, nella mia stessa città, di un crimine di natura omofoba, per via della mia sessualità. Alcuni dei miei aggressori avevano il chiaro intento di ferirmi, ma sfortunatamente per loro erano di più quelli che hanno voluto aiutarci"

Chi è Gareth Thomas

Classe 1974 Gareth Thomas è stato un rugbista britannico che ha vestito a lungo la maglia della nazionale del Galles collezionando 100 presenze. Colonna dei British and Irish Lions, Thomas è diventato molto popolare nel 2009 quando decise di dichiarare pubblicamente la sua omosessualità con queste parole: "Sono gay, ho nascosto la mia vera natura e sofferto per tanti anni. Ora per basta". Nel novembre 2011 il popolare attore americano Mickey Rourke aveva annunciato di voler interpretare Thomas in un film, anche se questa possibilità non si è mai concretizzata.

Arrestato uno degli aggressori, ecco cosa ha deciso di fare Thomas

L'aggressione omofoba di Gareth Thomas ha fatto molto discutere oltremanica e le forze dell'ordine si sono immediatamente messe al lavoro per cercare di arrestare i responsabili. A tal proposito è stato fermato un ragazzo di 16 anni. L'ex colonna della nazionale del Galles ha già fatto sapere di voler incontrare il suo aggressore per parlare con lui e chiederli il perché del suo vile gesto, cercando di aiutarlo in un percorso di "recupero".