Era appena uscita dalla palestra dopo una serata di allenamento come tante altre e si stava recando verso la sua auto nel parcheggio per tornare a casa quando due malviventi l'hanno aggredita da dietro sferrandole schiaffi e pugni e infine si sono accaniti su di lei prendendola a martellate. È l'aggressione shock di cui è stata vittima una giovane donna britannica, Blythe Mason-Boyle, che ha deciso di pubblicare online sui social le sue foto in ospedale subito dopo il violento attacco per denunciare pubblicamente l'accaduto. L'episodio martedì sera fuori da una palestra di Birmingham, nelle West Midlands, proprio quando la donna era arrivata nei pressi della sua vettura, una Audi A1.

L'obiettivo del raid dei due malviventi pare fosse proprio l'auto della donna ma non hanno esitato a scagliarsi  a colpi di martello contro la malcapitata solo per impossessarsi delle chiavi della vettura e dileguarsi. Nell'attacco la donna ha riportato una profonda ferita alla testa, un occhio completamente tumefatto e varie altre ferite a volto, arti superiori e busto. "La scorsa sera, verso le 20, mentre ero fuori dalla palestra, sono stata attaccata da due uomini con i martelli solo per rubare un'Audi A1. Signore e signori, siate tutti più vigili quando entrate nelle vostre auto dopo il tramonto. Prendetevi  un po' più di tempo per controllare la zona circostante e studiare le persone che vi sono intorno. Mettetevi al sicuro perché non si sa mai cosa c'è dietro l'angolo" ha scritto la giovane nel suo post su facebook che è diventato in poco tempo virale raccogliendo migliaia di commenti di sostegno. Alcuni, per sostenerla, hanno anche avviato una campagna di raccolta fondi per le sue cure. Sul caso indaga la polizia inglese.