Paura al terminal 2 dell'aeroporto di Milano Malpensa lunedì pomeriggio quando un Airbus A320 della compagnia inglese Easyjet diretto a Lisbona con 174 passeggeri a bordo durante la fase di decollo ha perso un enorme pezzo di lamiera costringendo il pilota a fare dietrofront e a ritornare sulla pista. Erano poco dopo le 18 quando il velivolo, che si era già sollevato da terra alla velocità di circa 250 km orari, ha improvvisamente perso un pezzo del rivestimento del motore di sinistra che si è staccato schiantandosi fragorosamente sulla pista. Pilota e torre di controllo si sono accorti subito del problema così sono scattate immediatamente le procedure di emergenza. L'aeroporto si è fermato con un completo stop a tutte le partenze e agli arrivi, due aerei sono stati dirottati su altri scali dalla torre di controllo, gli addetti hanno sgomberato la pista dai detriti mentre il pilota faceva dietrofront.

Nell'impatto dell'atterraggio l'aereo ha poi perso un secondo pezzo della lamiera lasciando quasi scoperto il reattore anche se fortunatamente il velivolo è riuscito a fermarsi senza problemi. Dalla compagnia, in serata, sono arrivate infine le scuse: "Il volo è atterrato in sicurezza e con una procedura standard. Tutti i passeggeri sono stati sbarcati e hanno raggiunto Lisbona nella serata di ieri con un altro aeromobile. La sicurezza dei membri dell'equipaggio e dei passeggeri è la priorità assoluta di EasyJet. Ci scusiamo con tutti i passeggeri".