Un aereo di una compagnia saudita partito da Jeddah e diretto a Kuala Lumpur è stato costretto a tornare all’aeroporto di partenza dopo che una donna si è accorta di aver lasciato il figlio nel terminal, secondo quanto riferito da Gulf News, che ha anche pubblicato l'audio del pilota che chiede ai controllori del traffico aereo il permesso di tornare a Jeddah, in Arabia Saudita.

"Che Dio sia con noi. Possiamo tornare o cosa?" chiede il pilota. Dopo aver annotato il numero del volo – SV832 – l'operatore si rivolge ad un collega per farsi dire il protocollo da seguire, “se ne esiste uno”. "Questo volo sta chiedendo di tornare … un passeggero ha dimenticato il suo bambino nella sala d'attesa, la poveretta…" dice il pilota. Quando il controllore del traffico aereo gli chiede di confermare la storia, l’altro risponde: "Ho detto che un passeggero ha lasciato il suo bambino nel terminal e si rifiuta di continuare il volo". L'operatore ha quindi dato loro il permesso di tornare all'aeroporto internazionale King Abdul Aziz. “Ok, potete tornare. Questa è una cosa totalmente nuova per noi!".

Si ritiene che l'incidente sia avvenuto sabato sera. I siti web dei radar di volo hanno registrato un ritardo di 54 minuti, ma non è stato riferito se l’aereo ha dovuto tornare indietro o se si stesse preparando per il decollo quando è stata presa l'apparente decisione di tornare al terminal. Anche le circostanze in cui la mamma ha lasciato il suo bambino al terminal non sono chiare.