Dramma in sala operatoria. Un ragazzo di 17 anni di Villafranca Padovana, che era stato sottoposto a un intervento chirurgico per la rimozione di due barre metalliche all'interno del torace, che gli erano state applicate per compensare una malformazione scheletrica, è morto  a causa di un'emorragia interna. I familiari si sono rivolti  a un legale e hanno chiesto l'autopsia.

La tragedia si è consumata lunedì mattina. Le due barre erano state inserite nel torace del ragazzo – all'epoca 15enne – un anno e mezzo fa sempre a Padova per l'ampliamento della cassa toracica eccessivamente stretta. Il giovane sarebbe dovuto uscire dalla sala operatoria del reparto di Chirurgia pediatrica dell’ospedale di Padova dopo un intervento della durata di tre ore e mezzo che sarebbe stato presentato al padre e alla madre – secondo la loro denuncia – come non eccessivamente difficile o complicato.

Le complicazioni sono tuttavia insorte, e sono state tali da sviluppare un’emorragia interna che i medici non sono riusciti ad arrestare neppure dopo ore di interventi e trasfusioni. Il ragazzo è stato trasportato quindi in rianimazione al centro Gallucci, dove purtroppo ogni tentativo di salvarlo si è rivelato vano: martedì mattina i medici hanno informato i genitori che il loro figlio non c’era più.