Venezia dice addio alla donna che per anni è rimasta un simbolo concreto delle tradizioni locali. Si è spenta per sempre nelle scorse ore Emma Vidal, unanimemente riconosciuta come la più anziana merlettaia di Burano e per questo considerata tutti gli effetti una vera istituzione dell'isola veneziana. Nonna Emma è deceduta alla veneranda età di 103 anni in ospedale dove era stata ricoverata da alcuni giorni per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute. Ad annunciare la sua scomparsa è stato lo stesso sindaco del capoluogo veneto, Luigi Brugnaro, che più volte l'aveva voluta incontrare per portare avanti proprio un progetto di rilancio del Merletto di Burano, una di quelle arti storiche ma oggi in via di estinzione in laguna.

"La Città di Venezia piange la scomparsa di Emma Vidal e si stringe in un commosso abbraccio alla famiglia e a tutta la comunità di Burano che oggi ha detto addio all’ultracentenaria merlettaia che, per tutta la sua vita, ha portato avanti e difeso la tradizione del merletto" ha scritto il primo cittadino veneziano in una nota, aggiungendo: "Una notizia che ci rattrista fortemente. Carissima Emma, nella tua memoria continueremo su questa strada, e lo faremo con la stessa tenacia con cui hai affrontato la vita e hai fatto in modo che una delle più antiche arti veneziane continuasse a rimanere viva. Grazie Emma!".

Veneziana doc, nata e cresciuta a Burano, Emma Vidal fin da piccola aveva cominciato a frequentare la scuola del Merletto entrando in quel mondo che all'epoca era fiorente e anche redditizio per chi lo gestiva. Una tradizione che però lei non ha mai più abbandonato nonostante con gli anni sia diventata una attività di nicchia e quasi scomparsa. Un'attività a cui ha dedicato tutta la vita tanto da meritare una foto proprio nel Museo del Merletto.