Addio a Elisabetta Terabust, étoile di stampo internazionale, morta nella notte a Roma a 71 anni. Una delle stelle del mondo della danza nostrana e non solo era stata negli anni Settanta e Ottanta uno dei più grandi nomi del mondo della danza. Nominata étoile all’Opera di Roma, aveva trascorso parte della sua carriera all’English National Ballet. Non sono note al momento le cause della morte.

Elisabetta Terabust, ballerina di grande classe, era stata artista ospite per molti anni con Aterballetto durante la direzione di Amedeo Amodio, del quale aveva portato al successo “Schiaccianoci” e “Romeo e Giulietta”. Ma era stata indimenticabile interprete anche di titoli più contemporanei come “Steptext” di William Fosythe. Lasciate le scene aveva diretto il corpo di ballo della Scala mettendo in luce artisti come Roberto Bolle e Massimo Murru.

Dal 1990 al 1992 ha diretto il Corpo di ballo dell'Opera di Roma; dal 1993 al 1997 quello del Teatro alla Scala; dal 2000 al 2002 il MaggioDanza, compagnia stabile del Maggio Musicale Fiorentino; dal 2002 al 2006 il ballo al Teatro San Carlo di Napoli. Nel 2007 torna di nuovo, per breve tempo, alla direzione del corpo di ballo milanese. Nel 2013 è stato pubblicato dalla casa editrice Gremese il primo volume dedicato alla sua vita e alla sua carriera artistica: "Elisabetta Terabust l'assillo della perfezione" scritto dal danzatore e scrittore Emanuele Burrafato.