È sceso dalla sua auto dopo aver fatto un incidente, ma proprio in quel momento è passato un tir che l'ha travolto in pieno, uccidendolo. È successo nella tarda serata di ieri, mercoledì 8 maggio, sull'autostrada A1 tra Orvieto e Fabro in direzione Firenze, all'altezza del km 448. La vittima è 65enne, di cui non è ancora stata resa nota l'identità, ma che viaggiava su una macchina, una Jeep Renagade, con targa francese. Secondo le prime ricostruzioni effettuate dalla polizia stradale intervenuta sul posto, l'uomo è uscito dalla sua vettura, ferma sulla corsia di emergenza, dopo aver sbandato contro il guardrail per una distrazione, e poi, forse spaventato dal precedente impatto e sicuramente non agevolato dal buio, sarebbe stato colpito dal mezzo pesante in transito sulla corsia di marcia.

Sul luogo dell'incidente è giunta subito la Polizia stradale, insieme ai vigili del fuoco, alle ambulanze e il personale di Autostrade per l'Italia. Ma l'intervento dei sanitari del 118 si è rivelato inutile: l'uomo è morto sul colpo e non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso. Il conducente del mezzo pesante, di nazionalità macedone, è risultato negativo agli esami di prassi a cui è stato sottoposto. Disagi anche per il traffico, con la circolazione che è rimasta bloccata per circa un'ora dopo la tragedia, mentre si erano formati quattro chilometri di coda.