È stata una battaglia contro il tempo per trovare i mezzi economici sufficienti per farlo operare ma grazie alla solidarietà di milioni di italiani che hanno donato grandi e piccole somme, Sebastiano, un ragazzo siciliano di 15 anni colpito da un tumore al cervello, nelle scorse ore finalmente si è potuto sottoporre ad un delicato intervento chirurgico a Sidney e ora si sta riprendendo. La sua storia, raccontata anche attraverso Facebook dal padre, aveva commosso l'Italia intera che si è mobilitata in tutti i modi per dare sostegno riuscendo in una impresa che sembrava disperata. In appena tre settimane, invece, una colletta nazionale e internazionale ha fruttato 40mila euro e nelle ultime 7 ore addirittura altri 30mila euro per poter portare Sebastian a Sidney dove è stato operato.

Un intervento chirurgico di alta specializzazione quello eseguito al Centre for Minimally Invasive Neurosurgery da Charles Teo e dalla sua equipe medica, che ha tenuto la famiglia del 15enne con il fiato in sospeso per ben 14 ore dalle 7 che i medici avevano preventivato inizialmente a Giovanni, il papà di Sebastiano. L'operazione è perfettamente riuscita  e ora l'adolescente,  che ha davanti a se una lunga fase di recupero, si sta riprendendo in ospedale. Il suo calvario era iniziato circa due mesi fa, a ottobre, quando Sebastiano ha accusato un fortissimo mal di testa. Portato in ospedale il verdetto è stato terribile: al 15enne è stata diagnosticata  una gravissima neoplasia al cervello. Un caso raro che ha richiesto un immediato intervento chirurgico seguito da esami e altri visite e interventi eseguiti in vari ospedali in Italia. infine la speranza di un team australiano che per operare però chiedeva ben 70mila dollari. Da qui gli appelli online si social dove in poche settimane si è raggiunto i 40mila dollari, ma non bastavano così il tam tam è stato ancora più insistente riuscendo infine a raccogliere in pochissimo tempo la restante somma.