Nuovi movimenti di mercato in Italia nel campo delle infrastrutture di telecomunicazioni dopo il caso delle torri di trasmissione Rai. Wind infatti ha annunciato di aver raggiunto l’accordo con la spagnola Abertis per la cessione di un pacchetto di oltre 7mila delle sue torri. Il pacchetto messo in vendita è circa la metà delle 13 mila torri che Wind attualmente possiede in Italia. Nel dettaglio Wind Telecomunicazioni Spa venderà ad Abertis Telecom il 90 per cento delle azioni della propria società controllata «Galata», che gestisce appunto le torri di trasmissione e i relativi contratti. Nell’ambito della stessa operazione Wind stipulerà un contratto di Towers Services Agreement con Galata con una durata iniziale di 15 anni per la fornitura di un’ampia serie di servizi in relazione agli impianti che ospitano apparati di Wind. A quanto si apprende si tratta di un affare da 693 milioni di euro che serviranno a Wind per ripianare parte del debito accumulato.

"Impianti strategici per la rete 4G"

Come ha spiegato in una nota la società iberica, "Gli impianti sono distribuiti in tutto il territorio italiano, soprattutto nelle aree urbane, con un alto valore strategico per lo sviluppo della rete internet ultra-veloce 4G". L'accordo tra wind e Abertis è arrivato al termine di una lunga trattativa tra le parti che ha visto come protagonisti anche altri colossi delle telecomunicazioni interessati al mercato italiano. Abertis infatti ha battuto la concorrenza tra le altre di American Tower, del fondo F2i, ma anche quella di Ei Towers, la controllata di Mediaset interessata anche alle torri Rai Way.