Si è finto cieco per quasi 20 anni solo per intascare la pensione di invalidità, ma ci vedeva benissimo. Per questo un uomo di 60 anni di Murano, Venezia, è stato condannato a due anni di reclusione e al pagamento di 50mila euro di provvisionale all'Inps, come anticipo sul risarcimento danni che dovrà essere quantificato in sede civile. Moreno Boscolo, questo il nome del falso invalido, è stato infatti ritenuto responsabile del reato di truffa aggravata nei confronti dell'Istituto di previdenza, dal quale riceveva mensilmente un totale di 1700 euro, per un danno complessivo di circa 400mila euro.

La somma che il signor Boscolo riceveva dal 1998 era costituita in parte dalla pensione di invalidità e in parte dall'indennità di accompagnamento, essendo considerato cieco assoluto. Ma negli ultimi tempi è stato visto condurre una vita normale, camminare per strada senza bastone e senza cane-guida, salire e scendere dal vaporetto senza alcun tipo di problema, il che ha fatto insospettire gli inquirenti che hanno dato il via alle indagini sul suo caso. I carabinieri di Venezia l'hanno così seguito e ne hanno filmato ogni movimento, per poi contestargli di aver simulato in occasione delle visite mediche per ottenere e mantenere la pensione una patologia che non aveva.