Un padre già distrutto per la perdita della figlia di cinque anni è stato costretto a trasportare il corpo senza vita della bambina in spalla per circa 15 chilometri. È accaduto in India, dopo che la bimba è morta in un ospedale del Paese. Suo padre è stato costretto a trasportarla a piedi sulle sue spalle perché, secondo quanto scrivono i media internazionali che hanno riportato la notizia, non aveva abbastanza soldi per pagare un carro funebre o un’ambulanza. L’uomo, identificato come Gati Dhibar, ha quindi compiuto un lungo viaggio per tornare nel suo villaggio nello Stato di Orissa e poter dire addio a sua figlia. Qualcuno ha ripreso parti del viaggio dell’uomo e i video strazianti sono stati pubblicati sui social network. Dopo che è emersa la vicenda, secondo quanto riportano alcune fonti, diversi membri dell’ospedale indiano dove è morta la bambina sarebbero stati sospesi perché avrebbero permesso all’uomo di portare via il corpo senza i mezzi necessari.

Lo scorso anno un caso simile – C’è da dire che questa non è la prima volta che dall’India arriva una notizia drammaticamente simile: lo scorso anno un uomo dello Stato di Orissa si è ritrovato costretto a trasportare per circa dieci chilometri il cadavere di sua moglie in spalla. Anche in questo caso, l’uomo non aveva a disposizione alcun mezzo per riportare a casa il corpo della donna. Nonostante la sua richiesta, l'ospedale dove la donna era stata ricoverata aveva negato l'uso di un veicolo per consentirgli di tornare al suo villaggio.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 991 voti.
Aggiungi un commento!