in foto: Foto Jurek Kralkowski/LaPresse
Nella foto: Jude Law

È cominciata l'attesa dei fan per la pubblicazione de "Il Vangelo di Lenny Belardo" di Paolo Sorrentino. I discorsi, le massime, le prediche, le iperboli di papa Belardo e del cardinale Voiello concentrati in un breviario curato dall’autore saranno in libreria, per Einaudi Stile Libero, da febbraio 2017. Dopo a recente uscita con il volume "Gli aspetti irrilevanti" per Mondadori, assieme alle fotografie di Jacopo Benassi, un nuovo ritorno del Sorrentino-scrittore. Lettura consigliata a chi ha amato le parole dello "young pope" Lenny Belardo, interpretato da Judea Law.

Il Vangelo secondo Lenny Belardo di "The young pope"

«The Young Pope è stato un lunghissimo viaggio, al netto di trama, stile e personaggi, dentro un’unica domanda vertiginosa: chi è Dio? È una domanda che mi sono posto a volte ironicamente, per non rischiare certe goffaggini. Però, talora, spinto da una necessità autentica, è una domanda che mi sono posto provando a scendere, senza reti di protezione e senza un corredo teologico adeguato, ma mosso solo da un insaziabile interesse, in quella che si chiama, secondo un termine abusato, profondità. Qui, in questo libro, attraverso i momenti piú significativi e le battute esemplari, provo a offrire una sintesi di questa domanda. A voi la risposta. Oppure a Dio». – Paolo Sorrentino.

Le parole contano, e come. E fanno ridere, fanno pensare. A volte, mettono i brividi. Sorrentino ha estratto dalla vasta sceneggiatura di The Young Pope il filo musicale di un libro autentico, da gustare in ogni pagina. In un libro breve, un mondo immenso. Che è già entrato nelle nostre vite.

L'autore, il premio Oscar Paolo Sorrentino.

Paolo Sorrentino è regista, sceneggiatore e scrittore. Nel 2001 il suo primo lungometraggio, "L'uomo in più", con Toni Servillo e Andrea Renzi, viene presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Nel 2004 con "Le conseguenze dell'amore" è in concorso al Festival di Cannes. Il film ottiene numerosi riconoscimenti tra cui cinque David di Donatello: miglior film; miglior regista; miglior sceneggiatura; miglior attore protagonista; miglior fotografia. La sua presenza a Cannes si rinnova nel 2006 grazie a "L'amico di famiglia". Con "Il divo" torna in concorso a Cannes per la terza volta. Anche "La grande bellezza" (2013) con protagonista ancora una volta Toni Servillo, si presenta in gara a Cannes. Il 2 marzo 2014 il film si aggiudica l'Oscar come miglior film straniero. L'anno successivo esce il film "Youth – La giovinezza". Il suo primo romanzo si intitola "Hanno tutti ragione" ed è stato pubblicato da Feltrinelli nel 2010. Sempre per Feltrinelli nel 2012 è stato pubblicato "Tony Pagoda e i suoi amici". Nel 2015 esce anche la sceneggiatura del film "Youth – La giovinezza", pubblicata da Rizzoli, mentre è del 2016 "Gli aspetti irrilevanti", pubblicato da Mondadori con le fotografie di Jacopo Benassi.