L'ex militare statunitense Mitch Hunter aveva solo 21 anni quando a seguito di un incidente stradale finì contro un cavo dell'alta tensione rimanendo gravemente ustionato. La scarica lo colpì in maniera violenta lasciandolo esanime e con il volto irriconoscibile. Ora a quasi 15 anni da quei tragici fatti l'ormai 35enne ha un nuovo volto. Mitch Hunter infatti nel 2011 si sottopose ad un delicato e pioneristico intervento di trapianto di faccia, uno dei primi al mondo. Nonostante oltre venti interventi correttivi compreso un innesto della pelle dalle gambe, braccia e schiena, l'uomo infatti faticava ancora a potersi guardare nello specchio a causa della deformazione del volto, per non parlare dei continui sguardi che doveva sopportare in pubblico.

A cinque anni da quel trapianto ora l'uomo, sposato e padre di un figlio, ha un nuovo volto e soprattutto un nuova vita felice.  "Mi sento sano come quando avevo 21 anni, e mi sento benissimo", ha raccontato infatti l'uomo ai media locali, aggiungendo: "Se mi guardo indietro ora mi sento più forte". "Immaginate di camminare in una stanza e di cadere e tutti che se ne accorgono. Ecco come mi sono sentivo ogni volta che entravo in una stanza a causa del mio viso" ha sottolineato il 35enne, concludendo: "Ora invece è molto più facile uscire in pubblico e soprattutto posso sentire tutto, caldo, freddo, dolore, solletico, qualcuno che bacia la mia faccia e anche la semplice brezza sul viso".