Ha scosso profondamente l’America il caso che arriva dalla contea di Santa Cruz, in California. Un neurochirurgo e due infermiere sono state arrestati con l'accusa di violenza sessuale su dei minori. Il medico James Kohut, di 57 anni, e le infermiere Emily Stephens, 29 e Rashel Brandon, 42, avrebbero i stuprato e sodomizzato diversi bambini di età inferiore ai 10 anni. "Questo è un caso inquietante e complesso", ha detto il capo della polizia, David Honda, durante la conferenza stampa organizzata dalla Watsonville Police per discutere della scabrosa vicenda.

Secondo le ricostruzioni, Kohut avrebbe violentato diverse minorenni, anche molto piccoli (le vittime accertate  includono un bimbo di 3 anni, una bimba di 5 anni e un ragazzino di 9 anni) e di avere nel pc un archivio con materiale pedopornografico. Sembrano essere coinvolte nel caso anche le due donni, con le quali il medico avrebbe avuto rapporti sessuali, e che avrebbero coinvolto a loro volta le giovanissime vittime nelle loro perversioni.

Secondo quanto riporta il Daily Mail a denunciare i fatti sarebbe stato il marito di una delle due donne che avrebbe trovato un filmato che vede come protagonista la moglie mentre ha rapporti con un minore, secondo il mandato d’arresto spiccato dallo sceriffo del Dipartimento di Pima County. Il nastro sarebbe stato registrato nel mese di marzo all'interno di una camera d’albergo di Scotts Valley, in California. Il capo della polizia George Zamora ha definito quel filmato "disgustoso" e "inquietante". “Posso dire di non aver mai un caso come questo nella mia carriera. È molto triste", ha detto Zamora. Le due infermiere avrebbero anche coinvolto altre persone negli atti sessuali ai danni dei bambini, lasciando che li fotografassero e filmassero. I tre rischiano una condanna pesantissima.