in foto: Carla Murtagh, 34 anni (Facebook).

A 34 anni Carla Murtagh era già mamma di sette bambini, tutti di età compresa tra i 14 mesi e i 15 anni. Con il marito Matt vivevano una vita tranquilla nella loro casa di Birmingham, in Inghilterra. Per questo, quando ha scoperto di essere incinta per l'ottava volta, qualcosa in lei è cambiato, portandola a compiere un gesto terribile: si è impiccata al piano superiore della loro abitazione nel giorno del compleanno di uno dei suoi bambini. Un suicidio, probabilmente, dettato dalla depressione e dalla paura di non farcela. I fatti risalgono allo scorso novembre, come riporta il quotidiano locale Birmingham Mail.

È stato proprio il marito della donna a trovarla senza vita al piano superiore della loro casa. Era uscito con due dei suoi figli per andare a ritirare la torta per il compleanno di uno di loro. Rientrato per i festeggiamenti, Carla gli aveva chiesto di rimanere un po' da sola e di non essere disturbata, ma non vedendola ricomparire, Matt è andato a cercarla facendo la tragica scoperta. Ha subito allertato gli operatori sanitari e, trasportata d'urgenza al vicino Heartlands Hospital, i medici non hanno potuto far altro che decretarne il decesso. Con lei è morto anche il bambino che aveva in grembo. Essendo alla 25esima settimana, è stato tentato anche un cesareo d'urgenza, ma senza successo.

Sul caso è stata aperta anche un'inchiesta. Pochi giorni fa, i giudici hanno scoperto che la 34enne aveva cercato anche di abortire prima di suicidarsi, per poi cambiare idea. Prese addirittura, appena scoperta la gravidanza, lo scorso agosto, un appuntamento con uno specialista per interrompere la sua condizione, ma alla fine preferì non farlo. In quel periodo soffriva di una grave forma di depressione, che l'aveva portata a fare uso di cannabis, alcol e fluoxetina, un antidepressivo, come hanno confermato anche i risultati dell'autopsia condotta sul suo corpo.