dal blog di
16:32

Scarpe.. i want you…

Scarpe, Scarpe, Scarpe, tante scarpe beate siano le scarpe le beneamate scarpe perché chi ha tante scarpe vive come un pascià e con i piedi caldi se ne sta …...

Scarpe.. i want you...

Comode, fantastiche, estrose, alte e basse. Chi non adora le scarpe?

Loro protagoniste indiscusse di ogni nostra giornata, di eventi importanti e di serate indimenticabili.

Oggi rappresentano un accessorio fondamentale, sia per donne sia per uomini.

Una volta con lo stesso paio si percorrevano chilometri e chilometri, prima di buttarle, ci si assicurava che davvero non fosse più possibile utilizzarle, e quando queste erano piccole, automaticamente andavano a coprire i piedi di un conoscente o parente. Oggi la situazione, inutile dirlo, è parecchio cambiata, è ben difficile aver solo più un paio di scarpe.

Se proviamo a pensare alle scarpe sotto aspetti diversi, ecco che per magia scopriamo che in realtà non sono solo l’oggetto e accessorio che oggi conosciamo. La storia dei nostri antichi ci insegna che hanno sempre avuto un significato importante. In tempi molto remoti sancivano un contratto, bastava lanciarle in un terreno per rivendicarne la proprietà. Pensate a questa possibilità oggi, pare molto difficile da concretizzare.

Anche nella nostra vita quotidiana ci accompagnano sempre, non solo passo dopo passo, spesso sono presenti nei nostri modi di dire.

Tenere i piedi in due staffe, ad esempio, chissà quante volte avete pronunciato questa frase, che trae origine da un aneddoto simpatico del I ° secolo a.C. Sono due antichi autori a svelarlo raccontando che dopo l’ampliamento del Senato, voluto da Cesare, e alla scelta sempre di quest’ultimo di concedere la cittadinanza ai siriani, durante una seduta del senato, Cicerone avesse rifiutato di far spazio al mimo Laberio affermando di stare già molto stretto, e che quest’ultimo gli avesse per l’appunto risposto che era solito sedere su due sedie, proprio per rinfacciarsi la sua ambiguità politica. (ndr http://www.numerozero.info).

Sognarle invece può avere diversi significati, dal desiderio di cambiamento al desiderio di vivere una vita opposta a quella che conduciamo.

Oggi per noi rappresentano un accessorio fondamentale e necessario soprattutto per le donne. Ne esistono vari tipi e modelli, per soddisfare qualsiasi esigenza e gusto, insomma per non lasciarci a piedi scalzi.

La moda e gli stilisti ci presentano continuamente modelli nuovi, estrosi e particolari.

Jimmy choo, Manolo Blahnik, Christian Louboutin, sono solo alcuni degli dei nell’Olimpo delle scarpe. L’unica pecca sono  i prezzi per noi “comuni”mortali, che per comprare il nostro, magari unico, paia di scarpe tanto desiderato dobbiamo aspettare il periodo dei saldi, o eventualmente “accontentarci” di modelli di passate stagioni in qualche outlet.

Un buon compromesso si è raggiunto con i negozi mono prezzo, dove è possibile trovare vari modelli, e dove è molto facile acquistarne senza spendere molto.

C’è chi dice che in questi negozi si trovano solo cineserie, ma posso assicurarvi che personalmente ho trovato articoli di stilisti importanti.

La scelta della scarpa spesso è dettata dal nostro stato d’animo. Ci sono periodi in cui vogliamo e abbiamo la necessità di comodità, magari perché siamo stressati, particolarmente stanchi e altri in cui invece siamo in un’altra dimensione dove invece il nostro obiettivo sono scarpe pazzesche con tacchi altissimi.

Ultimamente la moda ci aiuta molto, abbiamo l’imbarazzo della scelta, insomma non ci resta che decidere.

Per il prossimo autunno le fashion-victims sono avvisate perché la moda sarà sempre complice di noi donne, presentandoci scarpe gioiello dove gli elementi caratterizzanti saranno un tacco spesso e altissimo e leggermente rientrato, con plateau corrispondente, e con decori molto glamour.

Anche le décolleté saranno protagoniste di molte vetrine.

Ma non sarà solo tacco. Le ballerine, considerate come il must di New York, vengono, infatti, presentate sotto vari modelli sempre coloratissime, permettendoci con facilità di poter essere abbinate senza grandi difficoltà.

Insomma ce ne sarà davvero per tutti i gusti, ci resterà soltanto l’imbarazzo della scelta.

E voi, che scarpa siete?

segui fanpage

segui Daniela Pancrazio

ALTRI DI Daniela Pancrazio
Amare incondizionatamente un 'animale utopia per pochi e realtà per molti?

Sapreste definire l'amicizia? Concetto astratto o materiale? Cosa rende oggi così difficile e raro trovare un amico?

Cosa vuol dire essere sexy? Quale modello ci vuole proporre lo showbiz? E soprattutto. .. come deve comportarsi la donna di fronte a questo accerchiamento mediatico?
FANPAGE D'AUTORE
STORIE DEL GIORNO