15:03

Referendum, affluenza alle 15: il quorum è raggiunto

Oltre il 55% degli italiani ha votato. I numeri sono assolutamente confortanti, ma c'è da precisare che i dati sono ancora relativi alle prime proiezioni e agli instant poll.

Referendum, affluenza alle 15: il quorum è raggiunto.

Il quorum è raggiunto. Alle ore 15, al momento della chiusura ufficiale dei seggi, i primissimi dati riportati dal Viminale (solo 18 comuni su 8.092 totali) e quelli relativi agli instant poll in merito ai quattro quesiti referendari contro il nucleare, l’acqua pubblica e il legittimo impedimento, parlano chiaro, oltre il 55% ha votato, rendendo così ininfluente la quota dei connazionali residenti fuori confine, che storicamente è sempre stata più bassa e per questo vista dai promotori come uno scoglio importante da superare ai fini del raggiungimento del 50% + 1 dei votanti, necessari alla convalida del Referendum.

C’è da dire che i numeri erano già piuttosto confortanti dopo la prima rilevazione sull’affluenza delle 12 di ieri, domenica 12 giugno, quando alle urne si era recato oltre l’11% degli italiani. Una percentuale che confrontata con i precedenti referendum portava alla luce un dato importante: quando il primo accertamento dell’affluenza alle urne è stata a doppia cifra, come in quest’occasione, il quorum è sempre stato raggiunto. Numerose, peraltro, le province dove già alle 22.00 di ieri – quando la partecipazione degli italiani aveva superato il 41% degli aventi diritto – il quorum era già stato raggiunto: Firenze, Livorno, Siena, Bologna, Modena e Reggio Emilia, dove l’affluenza aveva raggiunto addirittura il 54,6%.

Un segno di quanto l’importanza della buona riuscita di questo atto di democrazia abbia catturato l’attenzione e mosso le coscienze  degli italiani. Restano ora da ufficializzare le percentuali relative al voto, ma va da sé che, guardando al fatto che il quorum è stato raggiunto, la probabilità che per tutti e quattro quesiti gli italiani abbiano segnato “sì” sulle rispettive schede sia pressoché certa.

E tal proposito nei pressi di Palazzo Chigi si guarda al futuro, ma viene da pensare che già in molti sono pronti a mettere le mani avanti: “Ci apprestiamo ad abbandonare il nucleare, il governo metterà un forte impegno sulle energie rinnovabili”, era stata la considerazione di Silvio Berlusconi in mattinata. Dichiarazioni discutibili quelle di Daniela Santaché: “Se gli italiani hanno scelto così direi che siamo assolutamente in linea con il governo perché noi avevamo già abrogato quello che era la costruzione dei siti nucleari”.

UPDATE- Dal Viminale continuano ad arrivare i dati parziali sull’affluenza alla consultazione referendaria e sui risultati provvisori. Per quanto riguarda l’affluenza al momento il quorum risulta raggiunto per tutti e 4 i referendum e la percentuale di votanti  si aggira attorno al 57% degli aventi diritto. Per quanto riguarda i due quesiti sull’acqua- quelli riguardanti i servizi pubblici locali e la tariffa del servizio idrico-  l’affluenza si attesta rispettivamente al 57,09% e al 57,08%. Per entrambi i quesiti sull’acqua la percentuale di sì supera il 95%: per il primo quesito i sì sono il 95,4% del totale; per il secondo il 95,6%. Per quanto riguarda poi il quesito sul nucleare, l’affluenza si attesta al 57,02%. In questo caso, rispetto ai quesiti sull’acqua, la percentuale di sì è leggermente più bassa, ma comunque ragguardevole. Si tratta infatti del 94,23% dei votanti. Il quesito sul legittimo impedimento, infine, fa registrare un’affluenza pari al 57,02% con un 94,52% di sì.

UPDATE- Ormai i dati sull’affluenza sono definitivi: tutti e quattro i referendum hanno raggiunto il quorum. Il primo quesito sull’acqua pubblica- quello riguardante i servizi pubblici locali- ha fatto registrare un’affluenza del 57,02% e una percentuale di “sì” che secondo i dati provvisori del Viminale si attesta al 95,61%. Per il secondo quesito, riguardante la tariffa del servizio idrico, l’affluenza definitiva è del 57,02%, mentre la percentuale dei “sì” al momento è del 96,07%. Gli aventi diritto che si sono pronunciati sul quesito del nucleare sono invece il 56,99% e il 94,51% di loro si è espresso per il “sì”. Cifre più o meno analoghe anche per l’ultimo quesito sul legittimo impedimento per il quale l’affluenza è stata del 56,98%, mentre la percentuale di “sì” secondo i dati provvisori del ministero sarebbe al 94,96%.

 

Approfondimenti: affluenza alle urne, Quorum, referendum 2011

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE