Una drammatica vicenda ha sconvolto la comunità di Oswaldtwistle, un paese del Lancashire, in Inghilterra. Una ragazza di quindici anni, Megan Lee, è morta il primo gennaio dopo due giorni trascorsi in ospedale. L’adolescente era finita in ospedale il 30 dicembre scorso, dopo aver mangiato del cibo indiano a base di curry comprato presso un ristorante takeaway della sua città. La giovane sarebbe stata uccisa da una forte reazione allergica alle nocciole, anche se per avere risposte più precise sulle cause del decesso sarà necessario attendere i risultati di altre analisi. “Era la nostra Megan, la nostra principessa, mancherà a tutti col suo sorriso travolgente”, è il ricordo della famiglia della quindicenne inglese che, sotto choc per quanto accaduto, ha chiesto di rispettare la loro privacy. Uno zio della giovane ha parlato di Megan come della “persona più bella mai incontrata”.

Arrestati due dipendenti del ristorante: dovranno rispondere di omicidio colposo – Come scrivono i media britannici, Megan era una ragazzina piena di vita e di aspirazioni. Studiava arte drammatica presso una scuola di Oswaldtwistle, dove viveva, e sognava di diventare un’attrice. Dopo la sua morte, la polizia del Lancashire ha reso noto di aver proceduto al sequestro del locale presso cui la giovane aveva comprato del cibo e all'arresto dei due dipendenti che lavoravano sul posto nel giorno in cui la ragazza ha mangiato lì. I due, 37 e 38 anni, sono accusati di omicidio colposo.