La Polizia di Cleveland ha confermato di essere a caccia di un uomo che ha pubblicato su Facebook l'omicidio in diretta di un anziano. Il video è stato nel frattempo rimosso dal social network. In un secondo video il sospetto – identificato dalle autorità come Steven Stephens – ha affermato di aver compiuto altri omicidi, quindici in tutto.

La Polizia ha trovato il corpo di una delle sue presunte vittime, probabilmente proprio quella uccisa nel video. Il capo della Polizia di Cleveland, Calvin Williams, ha lanciato un appello affinché decida di consegnarsi all'uomo in fuga e ha affermato in conferenza stampa che dalle verifiche condotte non risultano al momento altre vittime per mano di Steve Stephens, l'uomo in fuga ricercato per l'uccisione di un anziano in diretta Facebook.

In un secondo video Stephens aveva affermato di aver ucciso altre persone. Williams ha invitato il pubblico che avesse qualsiasi tipo di segnalazione di rivolgersi alle autorità, sottolineando tuttavia di rimanere vigili in quanto il ricercato è considerato armato. Si tratta di un uomo di colore di corporatura robusta, ritratto in una foto diffusa dalle polizia come calvo e con la barba.

E' "un crimine orrendo. Non consentiamo questo tipo di condotta su Facebook". E' la reazione del social network alla vicenda che vede un uomo, il 37enne Steve Stephens, ricercato per aver ucciso un uomo postando il video dell'omicidio in diretta su Facebook.