Si chiama Haeli Noelle Wey, è una professoressa statunitense di 28 anni e ha confessato di aver avuto rapporti sessuali con due studenti 17enni ma di essere riuscita, malgrado ciò, ad evitare il carcere. Secondo l'opinione pubblica, se tale comportamento fosse stato assunto da un uomo i giudici si sarebbero comportati diversamente. L'insegnante ha consumato oltre dieci rapporti ‘intimi' con uno studente, durante un viaggio in Africa; poi ha fatto lo stesso con un altro giovane. La donna avrebbe chiesto a uno dei ragazzi di eliminare alcuni messaggi compromettenti su Instagram.

I giudici hanno deciso di evitarle il carcere, ritenendola non potenzialmente recidiva: la donna dovrà comunque scontare un lungo periodo di libertà vigilata e 200 ore di lavori socialmente utili. Larry Sauer, avvocato della ragazza, ha parlato di una decisione ‘ragionevole'. I fatti risalgono al 2015 ma la sentenza della Corte è arrivata di recente ed ha fatto indignare molto persone, dal momento che i rapporti intimi sono stati accertati e che la professoressa avrebbe inviato anche selfie ‘nudi' ai ragazzi. Un comportamento certamente improprio che, però, non è stato condannato come tutti, o quasi, si aspettavano. Il caso ha sollevato numerose polemiche, ovviamente, presso la Westlake High School, in Texas, dove la 28enne insegnava.

Le scappatelle tra Haeli e un 17enne sono durate un paio di mesi, finché lui non si è reso conto che la docente nel frattempo stava flirtando con un altro ragazzo. La vicenda venne diventò così di dominio pubblico e interessò anche la polizia. Le relazioni della 28enne hanno scatenato dibattiti negli Usa, e non solo: ovviamente, dopo che la storia è balzata agli onori delle cronache, l'insegnante è stata allontanata dalla Westlake High School.