Nel giorno dello scoppio del "caso tessere" arrivano i risultati dei conteggi ufficiali: gli iscritti al Partito democratico nel 2016 sono 405.041. Più del 2015, quando sono stati 395.574, e dei 378.669 del 2014. Il risultato è stato comunicato in una nota dal vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, dopo "le comunicazioni delle federazioni regionali, in attesa delle verifiche e delle certificazioni delle Commissioni territoriali per il congresso" che si "concluderanno nei prossimi giorni" e "al netto del tesseramento dei Giovani democratici che ha modi e tempi autonomi".

Tra gli iscritti, prosegue la nota, "si registra quindi un costante e graduale, seppur lieve, aumento di cittadini che decidono di essere parte della comunità dei democratici". Guerini spiega che la Commissione nazionale per il congresso – di cui lui è presidente – "è impegnata a seguire con la massima attenzione e rigore il lavoro di verifica, pronta ad intervenire con immediatezza e fermezza, come dimostrato anche oggi, qualora si riscontrino eventuali casi di irregolarità". Il vicesegretario del Partito democratico ha ringraziato "i segretari di circolo, tutte le articolazioni locali e i tanti militanti che hanno messo a disposizione il loro tempo e la loro passione e i cittadini che hanno scelto di partecipare alla vita democratica del Partito democratico".