Una storia scioccante arriva dal Pakistan. Una bambina di appena tre anni è stata violentata a Jhang, nella provincia del Punjab, dal suo vicino di casa. A darne notizia è The Express Tribune. È stato il padre della giovanissima vittima a raccontato alla polizia che la figlia stava giocando in strada, davanti alla loro casa a Moza Chayla, quando il presunto stupratore, un ragazzo di 15 anni di nome Muhammad Akram, l’ha avvicinata e l’ha convinta a seguirlo in cambio di alcuni biscotti. A quel punto il ragazzo ha portato la bimba in una lontano piantagione di palme da dattero e lì l’ha violentata. Sono stati gli abitanti del villaggio dare l’allarme dopo aver udito le grida della piccola: hanno raggiunto la scena, ma Akram era già riuscito a fuggire.

La bambina è stata subito portata all’ospedale del distretto di Jhang e medicata. La bimba non è in pericolo di vita, ma i medici hanno detto che i suoi organi genitali sono stati gravemente danneggiati e questo potrà portare ad ulteriori criticità mediche in futuro. La bimba è stata sottoposta ad un intervento di chirurgia e si trova adesso sotto osservazione”, ha spiegato il dottor Umar Hayat Watto, aggiungendo che il 15enne è stato arrestato. Il ragazzo ha confessato, ma comunque è stato sottoposto ad un test del Dna. “Non riesco a pensare che qualcuno ha commesso un crimine così terribile”, ha detto all’Express Tribune il padre della piccola.