Almeno 160 libri rari, preziosi manufatti di antiquariato, sono stati trafugati da un deposito alla periferia della capitale britannica, nei pressi dell'aeroporto di Heathrow. Valore complessivo del bottino, oltre 2 milioni di sterline. Eppure, ciò che rende questo colpo unico nel suo genere, non solo il valore dei libri antichi trafugati, ma le modalità con cui il furto sarebbe avvenuto. Secondo le autorità inglesi infatti, i ladri avrebbero agito due settimane fa, utilizzando una tecnica da equilibristi, degna di un action movie.

I ladri, infatti, avrebbero realizzato un foro nel tetto del deposito, per poi calarsi sospesi nel vuoto tramite un elaborato, ma a quanto pare efficace, sistema di corde e funi, che gli avrebbero permesso di sfuggire a un sistema incrociato di raggi laser. Proprio come Tom Cruise in "Mission impossible".

I libri antichi sottratti: da Copernico a Dante Alighieri.

Tra i volumi sottratti, ce ne sarebbero alcuni importantissimi. Tra cui un prezioso manoscritto del XVI secolo di "De revolutionibus orbium coelestium" di Niccolò Copernico, padre di quella rivoluzione che avrebbe cambiato per sempre le sorti dell'astronomia, della scienza e cultura umana. Solo all'opera di Copernico è stato attribuito un valore di oltre duecentomila sterline. da sola valutata 215 mila sterline. Accanto al capolavoro copernicano, anche libri antichi contenenti opere di Galilei, Dante Alighieri e diversi capolavori della drammaturgia antica, da Euripide ad Eschilo, oltre a una fondamentale pubblicazione, datata all'incirca 1500, delle favole di Esopo.

Un collezionista italiano tra le vittime.

Anche un collezionista italiano, di Padova, sarebbe rimasto danneggiato dal furto dei preziosi manoscritti. Non avrebbe ancora un nome, secondo i tabloid inglesi, ma il danno che avrebbe ricevuto dal colpo alla "Mission impossible", ammonterebbe a circa settecentomila sterline.