Otto le vittime. Trovato anche l’ultimo disperso. Il punto sui danni del nubifragio.

Alle 12 ci sarà il nuovo briefing alla protezione civile con il prefetto di Livorno Anna Maria Manzone e il sindaco Filippo Nogarin. Si farà il punto sulla situazione in città, o meglio nei 3 quartieri più a sud (Ardenza, Montenero e Collinaia), cioè quelli che hanno subito i danni maggiori per il devastante nubifragio che si è abbattuto su Livorno nella notte tra sabato e domenica scorsi.

In mattina è stato rinvenuto anche il corpo senza vita dell'ultimo disperso, Gianfranco Tampucci, 67 anni. Le ricerche dell'uomo erano già riprese all'alba. Dopo il ritrovamento del cadaverere di Martina Bechini, 34 anni, il bilancio delle vittime sale dunque a 8. Da ieri sera, tuttavia, su Livorno soffia un forte vento di libeccio, che complica i soccorsi.

Non solo le vittime. Anche la conta dei danni, pure quelli ambientali, si è aggravata. La grande raffineria dell'Eni è bloccato: un metro e mezzo d'acqua aveva fatto scattare i sistemi di allarme e l'impianto era stato fermato. Ieri sera poi la conferma che il cattivo odore, denunciato fin da ieri dai cittadini, arrivava proprio da lì, dove c'è stato uno sversamento di idrocarburi finito in mare attraverso un canale.

Intanto il governatore toscano Enrico Rossi ha firmato la richiesta dello stato di emergenza dopo l'incontro con il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli.


Trovato il corpo dell’ultimo disperso: Gianfranco Tampucci aveva 67 anni.

E' stato trovato il corpo senza vita di Gianfranco Tampucci, 67 anni, l'uomo che risultava ancora disperso dopo il violento nubifragio abbattutosi si Livorno nella notte tra sabato e domenica. Il bilancio delle vittime sale così a otto. Il corpo dell'uomo era nella zona dei Tre ponti, la stessa dove ieri pomeriggio era stato trovato il cadavere di Martina Bechini, da alcuni volontari e dai vigili del fuoco impegnati a togliere fango e detriti nella zona.