in foto: Le immagini pubblicate da giornaledilipari.it mostrano il campanile prima e dopo la caduta del fulmine.

Il maltempo che in questo weekend sta funestando tutto lo Stivale, colpisce anche la Sicilia: un fulmine si è abbattuto sul campanile della chiesa di San Giuseppe sull'isola di Lipari, in provincia di Messina. Tanta paura, ma fortunatamente tutte le persone, tra residenti e villeggianti, che in quel momento transitavano per strada sono rimaste illese: sono state sfiorate dai calcinacci caduti mentre percorrevano i gradini di una scala accanto all'edificio religioso. Ciò non può essere detto per l’edificio colpito dal fulmine: il crocifisso metallico alto 3 metri si è completamente sciolto per il calore del fulmine, che ha anche danneggiato la cima del campanile. Le cinque persone coinvolte sono state poi portate in ospedale in ambulanza per precauzione, per poi essere dimesse poco dopo.

"Siamo vivi per miracolo grazie a qualche angelo" dice Daniela Merlo, una sopravvissuta al crollo di una porzione di campanile. "Intorno alle due di notte – ricostruisce – un fulmine ha fatto crollare il campanile. Un boato fortissimo mentre con mio fratello Nicola, la mia amica Liudmila ed altri due amici stavano per salire le scale accanto alla chiesa. Siamo stati investiti da una pioggia di sassi e polvere: non abbiamo capito quello che era successo. Abbiamo chiamato i vigili del fuoco perché vedevamo uscire fumo nero dai contatori della chiesa. Abbiamo avuto tanta paura ma siamo salvi".