Un ragazzino fa scoppiare un petardo e sua madre viene multata per cento euro. Accade a Lecce, in una delle prime applicazioni dell'articolo 8 del Nuovo Regolamento della polizia locale. Regolamento che, appunto, vieta l'accensione di fuochi pirotecnici sul territorio comunale. Sono stati due vigili urbani che svolgevano un servizio anti-abusivismo a scoprire due adolescenti con alcuni “botti” dopo aver sentito un fragore. I due ragazzini, che stavano accendendo la miccia dei petardi in piazza, si sono subito dati alla fuga ma dopo un breve inseguimento gli agenti sono riusciti a fermarli. Uno dei due ragazzi aveva in tasca altri tre petardi inesplosi. La madre è stata a quel punto convocata dai vigili e le è stato imposto il pagamento di una multa da 100 euro.

"Speriamo serva da monito nei confronti di altre persone" – Il comandante della polizia locale, Donato Zacheo, ha garantito che la vigilanza resterà massima anche nei prossimi giorni, in vista della notte di San Silvestro. “Speriamo serva da monito nei confronti degli altri adolescenti, e non solo, che in maniera imprudente e pericolosa per se stessi e per gli altri, maneggiano materiale pirotecnico – ha commentato il comandante dei vigili – La nostra attività di controllo continuerà nei prossimi giorni al fine di prevenire gli incidenti provocati dall'utilizzo di petardi e fuochi artificiali, che anche nella nostra città, nel recente passato, anziché allietare i giorni di festa hanno finito per funestarli”.