dal blog di
19:23

Il capostipite della 1° generazione musicale di Hollywood: Max Steiner

Ha riformato i modi di fare nel cinema sonoro in America, collaborando in film come Via col vento, King Kong e Casablanca....!!!

Il capostipite della 1° generazione musicale di Hollywood: Max Steiner.

Max Steiner nasce a Vienna nel 1888 e passa la sua adolescenza tra le note musicali diventando in pochissimo tempo uno dei più promettenti compositori di musica leggera(operetta, valzer)che l ‘Europa presenta. La sua capacità era quella si riuscire a scrivere per qualunque voce con grande elasticità. Decide però che il luogo giusto per lui non è di certo l’ Europa ma l’ ambitissima America e così parte portandosi dietro il peso di essere diventato il rappresentante della musica colta. L’ America è tremenda e lo è molto di più con lui che passa i suoi primi anni a lavorare come copista. Il suo compito era solamente quello di copiare in bella grafia i testi degli altri, l’ America si era presa la sua fama come se lo volesse stimolare, come se era li che gli diceva..”Tu in Europa eri il più grande, ma questa è l’ America e lo devi dimostrare”.

Gli viene consegnato un compito molto pesante e non facile da affrontare ma che comunque è una grossissima opportunità, viene chiamato come direttore della RKO (ente radiofonica) che è sull’ orlo del fallimento,questa è la sua opportunità e non può farsela sfuggire. Ci riesce, è un grande e tutti credevano in lui, doveva solo dimostrarlo. La sua fama diventa sempre più grande e gli autori che lo chiamano per fare colonne sonore per i propri film sono sempre più di alto spessore. Nella sua vita ha partecipato a più di 400 film anche se molte volte si limitava a mettere solamente la propria firma lasciando tutto in mano ai suoi collaboratori, lui era il re e se lo poteva permettere, lo aveva dimostrato.

Aveva piena libertà in quello che faceva, nessun impedimento, nessun ordine, sceglieva tutto lui e si portava dietro a volte un personale che arrivava fino a 30 persone, come se fosse una grande famiglia. Anno 1939, Fleming gli affida il compito di gestire la parte sonora del suo film. Questo film era “Gone with the Wind” il nostro “Via col vento” e si supera, supera se stesso. Steiner in questo film celebra se stesso, “parla” di se stesso creando una colonna sonora e delle musica impressionanti (colonna sonora purtroppo rovinata da un programma televisivo)

Questo film è di certo la sua massima espressione ma è riuscito a mettere un tocco di musica originale in ogni sua collaborazione come in King Kong e Casablanca.

Un genietto della musica dal carattere un pò scontroso, ma lui era il re e se lo poteva permettere, lui era Max Steiner

segui fanpage

segui Stefano Pietrini

ALTRI DI Stefano Pietrini
Dieci cd per un 2011 che ci ha lasciato grandi prodezze musicali! !!

Un musicista giramondo e la sua band in grado di offrirti della musica straordinaria! !!

Createvi la vostra storia con i Bombay Bicycle Club! !!
FANPAGE D'AUTORE
STORIE DEL GIORNO