La Polstrada di Treviso ha scoperto un giovane originario di Pavia alla guida di una Citroen C3 coupè senza patente e con a bordo otto persone. Si tratta di una maxi operazione della stradale trevigiana che oltre al veicolo sovraffollato ne ha fermati altri 100 sulla Trevisomare all'altezza di Silea, tra le 19 e le 3.  Il ragazzo, fermato dalla polizia, ha poi spiegato che è stato costretto a guidare l'auto sotto pressione di un pluripregiudicato residente a Ponzano Veneto, e a sua volta privo di patente. La carta di circolazione è stata ritirata, e il veicolo sottoposto a fermo amministrativo per tre mesi, con affidamento ad altro parente chiamato per il recupero della comitiva e il rientro a Ponzano Veneto . Le otto persone erano tutte senza cintura, per cui sono state elevate sanzioni superiori, complessivamente, a 6 mila euro, assieme alla decurtazione dei punti della patente. 

Delle cento persone sottoposte a controllo alcolemico, inoltre, due sono risultate positive, anche se nelle fasce amministrative e senza conseguenze penali. Funziona il "drug test". Sono quattro le segnalazioni di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. In totale, le violazioni contestate nel corso dei controlli serali hanno portato a quasi 10 mila euro di sanzioni complessive e a un centinaio di punti della patente decurtati.

Come funziona il drug test

Il drug test o drogometro è un dispositivo che permette di svelare in 8 minuti se si è alla guida sotto effetto di droghe. Si tratta di uno strumento elettronico utile per individuare conducenti che si sono messi alla guida in uno stato di alterazione psicofisica dovuta all'uso di sostanze stupefacenti. La sperimentazione dell'apparecchio è iniziata nel 2015, con centinaia di controlli effettuati in varie province italiane. Il test viene effettuato tramite uno stick che viene inserito in bocca. Il campione di saliva che viene prelevato viene inserito in un lettore in grado di segnalare la presenza di cocaina, oppiacei, cannabinoidi, anfetamine e metanfetamine. In Campania il test è attivo nei principali capoluoghi, anche nel Sannio a Benevento. Secondo i dati diffusi dalla Polizia negli ultimi due anni quasi un automobilista su cinque è risultato positivo.