Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, l'appuntamento annuale istituito dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 giugno del 2001 per celebrare l'approvazione della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati siglata nel 1951 e allo stesso tempo sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione dei migranti in cerca di protezione e richiedenti asilo, costretti a fuggire dalla propria nazione in guerra o per salvare la propria famiglia e la propria incolumità da minacce e violenze di vario tipo. Ogni anno, in occasione della giornata mondiale del rifugiato, in tutto il Mondo, dunque Italia compresa, vengono organizzati molti eventi e attività volti a indurre l'opinione pubblica a informarsi e a riflettere sulla tematica.

Quest'anno l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) ha organizzato una nuova campagna di sensibilizzazione sulla condizione dei migranti. Attraverso #WithRefugees, e tutti gli eventi collaterali e connessi, l'operazione cercherà di "rendere visibile la solidarietà e l’empatia verso i rifugiati, amplificando la voce di chi accoglie e rafforzando l’incontro tra comunità locali e rifugiati e richiedenti asilo per promuovere la conoscenza reciproca". #WithRefugees è però anche una petizione diretta ai governi, attraverso la quale UNHCR chiede di garantire a ogni bambino rifugiato un’istruzione, a ogni famiglia rifugiata un posto sicuro in cui vivere, a ogni rifugiato la possibilità di lavorare o acquisire nuove competenze per dare il suo contributo alla comunità.

Tra i vari eventi organizzati su tutto il territorio italiano nell'ambito della Giornata Mondiale del Rifugiato sono da segnalare in particolare la Champions With Refugees, Refugee Food Festival e Porte Aperte With Refugees.

Champions With Refugees: Domenica 18 giugno (ore 17.00), allo Stadio Tre Fontane di Roma,a sfidarsi saranno le squadre Liberi Nantes, team composto da rifugiati e richiedenti asilo, e una selezione di stelle del calcio capitanate da Sulley Muntari e altri ex campioni quali, Simone Perrotta, Damiano Tommasi e volti dello spettacolo come Francesco Pannofino e Diego Bianchi. Alessandro Gassmann fischierà il calcio di inizio.

Refugee Food Festival: dopo la prima edizione svoltasi in Francia nel 2016, Refugee Food Festival arriva in Italia, precisamente a Milano, Firenze, Roma, e Bari. Si parte con il capoluogo meneghino il 16 giugno, l'evento sarà organizzato nei locali di Eataly Smeraldo, poi Firenze dal 26 al 30 giugno, organizzato in collaborazione con le volontarie dell’Ass. Festina Lente, con tanto di serata conclusiva presso il centro di Accoglienza Villaggio La Brocchi. A Roma verrà invece organizzato in concomitanza con la vera e propria Giornata Mondiale del Rifugiato, il 20 giugno, presso Eataly Ostiense, mentre a Bari è previsto, sempre da Eataly, per il 18 giugno.

Porte aperte With Refugees: l’UNHCR insieme alla Rete SPRAR e agli enti gestori, in collaborazione con altre associazioni (ARCI, Caritas, Centro Astalli e Refugees Welcome) apriranno le porte di alcuni centri di accoglienza dislocati su tutto il territorio nazionale per permettere ai cittadini di incontrare i rifugiati e vedere con i propri occhi il funzionamento dei programmi di accoglienza e integrazione gestiti dallo Stato italiano in collaborazione con gli enti e le associazioni.