E' una storia che pensare quella che arriva dalla Cina. Precisamente da Sanya Monday, cittadina marittima nel sud del Paese. Un gruppo di ragazzi si è fatto immortalare in diversi scatti con un delfino che si era arenato a pochi metri dalla spiaggia. Mentre un bagnante segnala va alla polizia quanto accaduto chiedendo l’intervento degli esperti, c’è chi ne approfittava per fare foto ricordo accanto all'animale, sanguinante, che per almeno 30 minuti è stato tenuto fuori dall’acqua. Un'agonia che è proseguita sotto gli occhi dei bagnini locali, che solo successivamente hanno spostato il povero delfino per evitare ulteriori maltrattamenti. Troppo tardi, però. L'animale è morto.

 

Le foto dei festanti turisti sono poi apparse su Weibo, un social network locale sulla falsariga di Facebook.
E proprio grazie a quelle immagini è scattata la caccia all‘identificazione, chiesta a gran voce dagli animalisti.