Ha perso l'occhio destro e gli è stata amputata la mano sinistra l'agente della polizia che all'alba di domenica 1 gennaio è rimasto ferito a Firenze per lo scoppio di un pacco bomba trovato davanti l'ingresso di una libreria che fa capo a Casa Pound. L'incidente è avvenuto durante le operazioni di disinnesco. Lo ha riferito il questore di Firenze, Alberto Intini, ai microfoni di RaiNews24. L'involucro sospetto era stato notato intorno alle 05:30 da alcuni uomini in divisa davanti all'ingresso del negozio in via Leonardo Da Vinci, non lontano dal centro storico. L'artificiere investito dallo scoppio durante il successivo intervento è stato ricoverato all'ospedale di Careggi.

L'ordigno era composto da un timer collegato a un pacco bomba attraverso dei fili elettrici. Secondo le prime informazioni, la pattuglia ha chiamato la Questura, sono arrivati una volante e gli artificieri, la zona è stata isolata, come da procedura in questi casi. Gli agenti giunti sul posto hanno lavorato all'ispezione o al disinnesco del pacco bomba e uno è rimasto ferito dall'esplosione. Sul posto è arrivata la polizia scientifica per raccogliere le tracce lasciate dall'esplosione e sono state avviate le prime indagini condotte dalla Digos.