Un unico grande complesso museale fiorentino per Uffizi, Corridoio Vasariano, Galleria Palatina, Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli. Sei ‘pezzi’ di una storia gigantesca e secolare, uniti dentro un unico museo nella culla del rinascimento italiano. È questo il progetto condiviso dal ministro della Cultura Dario Franceschini con il sindaco di Firenze Dario Nardella.  "Sarà un complesso stupefacente per ampiezza, collezioni e bellezza. Vogliamo aprire al pubblico il passaggio tra Palazzo Vecchio e gli Uffizi", ha spiegato il ministro. Per la parte “statale”, spiega Franceschini “è logico e coerente per molte ragioni storiche e artistiche, che gli Uffizi, autonomi in base alla riforma, comprendano, oltre al Corridoio Vasariano, anche la Galleria Palatina, gli altri musei di Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli. Un unico complesso museale, stupefacente per ampiezza, collezioni e bellezza. Con il sindaco Nardella condividiamo poi l’idea che debba essere aperto al pubblico il passaggio tra Palazzo Vecchio e Gli Uffizi, rendendo ancor più incredibile il percorso museale. Certo ci sono problemi amministrativi, di accessibilità e di sicurezza, in particolare per il Corridoio Vasariano, ma con un obiettivo così ambizioso davanti, i problemi si possono risolvere tutti”.