È morto Yisrael Kristal, l'uomo più vecchio del mondo. Aveva 113 anni ed era sopravvissuto alla Shoah. A darne la notizia i media israeliano. Il signor Kristal era nell'albo del Guinnes dei Primati per essere l'uomo più anziano ancora in vita.

È deceduto a pochi giorni dal suo 114 compleanno. Per i suoi 113 anni, invece, si era concesso un secondo "bar mitzvah",  la festa ebraica del passaggio dall'infanzia all'età adulta che si celebra a 13 anni e un giorno.

Kristal era nato il 15 settembre del 1903 nella cittadina polacca di Zarnow. Successivamente si è trasferito a Lodz, dove fu deportato nel campo di sterminio di Auschwitz, dal quale uscì vivo ma perdendo moglie e due figli.

Con la seconda moglie, nel 1950, si trasferisce ad Haifa, in Israele, dove apre un fabbrica di dolciumi, attività ha svolto fino all'invasione nazista della Polonia. Ha sempre mantenuto un certo riservo sui suoi giorni ad Auschwitz affermando. "per ogni giorno trascorso lì si potrebbero scrivere due libri".

La donna e l'uomo più anziani della storia.

Nonostante i 113 anni Yisrael Kristal era ben distante dal record di longevità che spetta a Jeanne Louise Calment, la donna di Arles, in Francia, che ha vissuto per ben 122 anni e ai 120 di Izumi Shigechiyo, un uomo giapponese defunto nel febbraio del 1986. Entrambi sono riconosciuti nel Guinnes dei Primati come l'uomo e la donna più longevi della storia di cui si abbia una documentazione certa.

L'uomo è la donna più anziani ancora in vita.

Lo scettro dell'uomo più vecchio del mondo in vita passa A Francisco Núñez Olivera, spagnolo nato nel 1904, che era già il più vecchio uomo europeo. Invece la persona più vecchia del mondo è la giamaicana Violet Brown, che ha 117 anni l'unica persona al mondo ancora in vita, insieme a Nabi Tajima, ad essere nata nel XIX secolo.