La produzione della Coca Cola è stata sospesa in Venezuela, a causa di una carenza di zucchero dovuta alla grave crisi economica in atto nel Paese. E’ stata la stessa società ad un annunciarlo in un comunicato ufficiale. “In questo momento non stiamo anticipando la chiusura della nostra sede centrale. Non stiamo lasciando il paese", ha detto la società in una nota ripresa dal tabloid La Patilla. Nel mese di aprile, il Polar group,, la più grande azienda alimentare e delle bevande del Venezuela, aveva fatto sapere che il blocco della produzione di birra sarebbe stato prossimo a causa della mancanza di orzo.

La crisi economica in Venezuela è drammatica, con una inflazione che, secondo le previsioni, è destinata a superare il 700 per cento e il cibo comincia a scarseggiare. Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dichiarato lo stato di emergenza economica nel paese già da gennaio. L'annuncio è arrivato due giorni dopo che il prezzo di petrolio del Venezuela è sceso a 24 dollari al barile, il più basso in 12 anni. Fino a 96 per cento del bilancio del Venezuela dipende dai proventi del petrolio. Tornando a Coca Cola, va comunque detto che l’azienda continuerà tuttavia a produrre le bibite senza zucchero e perciò gli uffici e i centri di distribuzione della bevanda in Venezuela resteranno aperti.