Una lite per il pagamento del canone dell'affitto alla base dell'uccisione di una donna di quarantacinque anni di Pescara nel tardo pomeriggio di oggi a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti. A compiere il gesto l'inquilino moroso, un uomo di quarantotto anni originario di Firenze ma residente in Abruzzo, che ha ucciso la padrona di casa. L'omicida, stando alle prime ricostruzioni, avrebbe anche cercato di nascondere il cadavere della vittima. Il delitto è avvenuto in via Monte Sirente, poco lontano dall'appartamento occupato dal quarantottenne autore dell'omicidio.

A quanto sembra, il litigio sarebbe esploso perché l'affittuario da mesi mancava di pagare il canone dovuto. L'uomo ha quindi colpito la donna alla testa, uccidendola.

Ad avvertire i carabinieri di quanto era accaduto è stato un testimone. Inizialmente aveva anche provato a bloccare l'omicida mentre cercava di trascinare all'interno del cancello dell'abitazione il corpo oramai senza vita della vittima, con l'obiettivo di nasconderlo. Il quarantottenne si trova ora in stato di fermo.

Vota l'articolo:
4 su 5.00 basato su 10 voti.
Aggiungi un commento!