11:04

Caso Cancellieri: fu il ministro a chiamare i Ligresti

Secondo quanto scrive il quotidiano Repubblica, Anna Maria Cancellieri avrebbe mentito a proposito delle telefonate avute con i familiari di Giulia Ligresti, arrestata per il caso Fonsai. E anche da parte del marito del ministro ci sarebbero state diverse telefonate.

Caso Cancellieri: fu il ministro a chiamare i Ligresti.

Il caso Cancellieri-Ligresti si complica sempre più: dal quotidiano La Repubblica emergono infatti nuovi dettagli dei tabulati telefonici che dimostrerebbero una realtà diversa da quella raccontata dal ministro della Giustizia. Secondo il quotidiano, la Cancellieri avrebbe mentito a proposito dei suoi rapporti telefonici con la famiglia di Giulia Ligresti avvenuti quando la figlia di Salvatore, arrestata per il caso Fonsai, era ancora in carcere. Cancellieri aveva affermato, sentita dai pm, di aver ricevuto una telefonata da parte di Antonino Ligresti che era preoccupato per le condizioni di salute di Giulia (che è anoressica). Era stata descritta come una telefonata fatta da vecchi amici in un momento di difficoltà. Quando è scoppiato il caso il ministro aveva parlato, per difendersi, della telefonata con i Ligresti anche in Parlamento. Ma il quotidiano parla di tabulati telefonici che fanno riferimento a un rapporto costante tra i Cancellieri e i Ligresti, col ministro che in quei giorni di agosto avrebbe chiamato tre volte la famiglia degli amici sotto inchiesta. Inoltre ci sarebbero anche le telefonate compiute da Sebastiano Peluso, il marito del ministro Cancellieri, che avrebbe chiamato sei volte lo zio di Giulia.

Mercoledì la mozione di sfiducia - Intanto, in attesa del voto previsto mercoledì prossimo alla Camera sulla mozione di sfiducia presentata dal M5S nei confronti del Guardasigilli, il caso è riesploso anche all’interno del Pd. Ieri è stato Giuseppe Civati, candidato alla segreteria del Pd, a chiedere al suo partito chiarezza in merito al voto di sfiducia. Civati, come Renzi, ha fatto capire di volere le dimissioni del ministro della Giustizia. Ministro che, invece, è stato difeso finora dal Governo. E della “bufera” sulla Cancellieri si è detta dispiaciuta, intervenendo in televisione alla trasmissione Porta a Porta, anche la stessa Giulia Ligresti. La Ligresti ha spiegato che il periodo in carcere è stato molto duro e di aver pensato anche di non farcela. E in merito al ministro ha detto, appunto, di essere molto dispiaciuta per quanto sta accadendo: “Mi dispiace per le persone che mi sono state vicine e che hanno cercato di aiutarmi in un momento di grandissima difficoltà”.

Approfondimenti: Anna Maria Cancellieri, giulia ligresti

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE