Guai per Luca Barbareschi, l'attore è stato rinviato a giudizio per abusivismo edilizio. La vicenda è legata alla sua villa di Filicudi, lì dove il parlamentare fece costruire una piscina non a norma perché in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Dal principio l'attore giustificò la costruzione perché derivante da una cisterna, lì presente dal 1964. Tuttavia, venne denunciato nel 2010 alla procura di Barcellona Pozzo di Gotto che prestabilì un'ordinanza di demolizione immediata, invitando anche il proprietario al ripristino dei luoghi preesistenti. Ed ora, rinviato a giudizio, Barbareschi dovrà presentarsi davanti al tribunale di Lipari.

Non è un periodo particolarmente roseo per l'attore, storicamente contestato per il suo assenteismo in parlamento a fronte di uno stipendio più che lauto e per questo da tempo in combutta con Filippo Roma de Le Iene, che malmenò in occasione di un servizio del giornalista. E' di qualche settimana fa una contestazione di alcuni cittadini napoletani all'esterno del teatro Diana, in occasione del passaggio dell'attore in tournée col suo spettacolo "Il discorso de re". Motivo della contestazione, proprio l'assenteismo parlamentare, che in tempi come questi è ancora più fuori luogo. C'erano anche le telecamere di Fanpage, riuscimmo ad intervistare Barbareschi e la reazione non fu propriamente cordiale.