dal blog di
16:52

Asessualità: Meglio una fetta di torta?

Rudimenti fondamentali dell'orientamento asessuale: sfatando falsi miti e luoghi comuni.

Il mio è un reportage fatto di pezzi di quotidiani e riviste, non contiene i volti e la voce viva dei tanti asessuali sparsi in giro per il mondo.

Il titolo che ho scelto per questo articolo di approfondimento è chiarificatore in quanto punta l’attenzione su un particolare di non poco conto: non sto trattando di asceti che rinunciano alla vita,  ma di persone con una identità sessuale più o meno definita, il cui senso dell’ironia è tutto riassunto nella scelta di eleggere a proprio simbolo una fetta di torta o una carta da gioco raffigurante l’asso.

Per fare chiarezza ed evitare probabili equivoci sarebbe opportuno sostituire la formula orientamento sessuale con orientamento romantico se si vuole che tale etichetta sia applicabile anche agli asessuali, soggetti che non vedono nelle pratiche sessuali occasioni di piacere e di condivisione.

Una sorta di muraglia di pregiudizi e fraintendimenti ostacola la visione del fenomeno asessuale nella sua portata.

Esistono molti luoghi comuni sull’asessualità;

c’è chi pensa che sia immaginaria, frutto della fantasia deviata di alcuni individui, oppure un modo per sentirsi speciali, una scelta, una disfunzione o ancora un calo del desiderio.

Come per l’omosessualità alcuni decenni fa e in certi ambienti anche nell’attuale momento storico , si cerca di trovare una spiegazione medica all’atteggiamento di questi gruppi sociali non tenendo conto delle disposizioni individuali e della molteplicità di preferenze e diversità proprie della specie umana.

L’edizione del 2013 del manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, detto anche DSM, considerato una fonte autorevole nella psichiatria mondiale, annovera tra le sue voci quella del “disordine da desiderio sessuale ipoattivo” , in altre parole questo è considerabile come un tentativo di individuare nell’asessualità una sfumatura patogena.

I dati in nostro possesso dicono che circa l’1,5 per cento della popolazione mondiale si riconosce parte integrante della comunità asessuale, il suo equivalente virtuale Aven (forum di discussione e di incontro fra asessuali) conta circa 42 000 iscritti negli Usa ai quali si devono aggiungere quelli delle altre “filiali” del sito presenti nei principali paesi del mondo, Italia inclusa.

Sono state condotte recentemente delle battaglie per l’accettazione e l’ufficializzazione del genere asessuale perché possa trovare una sua collocazione definitiva nel panorama degli orientamenti di base.

L’universo asessuale di riferimento è animato da varie galassie e sottogruppi come quello dei romantici che intrattengono relazioni amorose eterosessuali, bisessuali o pansessuali, degli aromantici che preferiscono instaurare rapporti di amicizia rifiutando tutte le effusioni amorose più comuni, dei demisessuali le cui relazioni possono sfociare dopo un certo lasso di tempo in contatti sessuali più o meno profondi ed infine dei Grey-A che un tempo accettavano le pratiche sessuali seppur di malavoglia o che raramente si abbandonano a tali rapporti.

è doveroso sottolineare come la comunità Aven accetti persone di qualsiasi orientamento, che anche solo per curiosità si siano imbattute in quelle pagine. Tra i paragrafi di approfondimento e la grande mole di informazioni consultabili sono presenti anche le domande più frequenti e gli indizi rilevanti per valutare la natura della propria sessualità

I miti e le dicerie da sfatare sono innumerevoli così come le domande e le affermazioni poco pertinenti.

Ecco per concludere il pezzo un assaggio di quello che un asessuale può sentirsi dire nella sua vita da persone non troppo informate sui fatti:

  • Probabilmente sei solo represso
  • Ma è naturale desiderare di fare sesso! ( questa esclamazione viene accompagnata molto spesso da un’espressione di manifesto stupore)
  • Quindi stai dicendo che sei gay solo che non lo vuoi ammettere
  • Sei solo troppo brutto per avere un appuntamento
  • Quindi in questo modo stai parlando del tuo disordine mentale?
  • Forse non hai incontrato ancora la persona giusta
    Asessualità: Meglio una fetta di torta?

segui fanpage

segui Cristina Einhver

ALTRI DI Cristina Einhver
Discorso molto generale sui modelli culturali e i valori di riferimento della società odierna.

Presentazione personale e intenti programmatici.
FANPAGE D'AUTORE
STORIE DEL GIORNO