Si chiama Eternal INK Bright Orange, è un pigmento – ovviamente color arancio – per tatuaggi ed è nel mirino delle autorità sanitarie di molti Paesi, non ultimo l'Italia che attraverso il suo ministero della Salute ha messo al bando il materiale. Motivo: contiene sostanze cancerogene. A dare l'allarme è stata l'Azienda regionale protezione ambientale (Arpa) del Piemonte che nell'ambito di una indagine per la Vvlutazione della tossicità dei prodotti utilizzati nei laboratori di tatuaggio correlata all’accordo tra il Ministero della Salute e la Regione Piemonte ha riscontrato in queste boccette di inchiostro, realizzate dalla Eternal Ink Brigton del Mighigan (Usa) ammine aromatiche, sostanze appunto ad alta tossicità. In particolare è stata riscontrata la preesnza di 2-4 –Diamminotoluene. Qualche mese fa in Francia il governo aveva manifestato l'intenzione di vietare 59 coloranti utilizzati negli inchiostri per il ‘body painting', perché causa di allergie, infezioni e contenenti materiale cancerogeno.